Quando e perché eseguire una tac dentale

eseguire tac dentale

La TAC dentale si rende necessaria quando la panoramica 2D di routine non è sufficiente per individuare le criticità cliniche del paziente, quando serve una pianificazione prechirurgica o nel caso di studio d’impianti dentali.
Poiché questo esame comporta una maggiore dose di radiazioni rispetto alla normale ortopanoramica, è importante avvalersi di tecnologie che garantiscano il minimo di emissioni e il massimo risultato d’immagine, per tutelare la salute del paziente (anche in caso di pedodonzia) e dello staff medico che utilizza con frequenza tali apparecchiature.

Il corretto posizionamento del paziente è fondamentale per ottenere la migliore qualità delle immagini; tuttavia oggi, ciò che fa veramente la differenza è l’utilizzo della tecnologia Cone-Beam 3D, introdotta in odontoiatria dall’azienda NewTom.

Con la minor dose di raggi X (grazie a una tecnologia che controlla tutto il processo direttamente dalla fonte radiogena all’acquisizione dell’immagine) oggi il medico ha a disposizione un imaging 2D e 3D di altissima qualità con ampia scala di grigi, con distinzione precisa delle diverse tipologie di tessuti e aree d’indagine, e con applicazioni informatiche che facilitano sia l’utilizzo che la connessione con le apparecchiature digitali dello studio dentistico e dei laboratori odontotecnici.

‹ Indietro

CONTATTI

+39 045 823 8611
+39 045 823 8612
info@revello.net
PEC: revello@revellospa.it
Sede centrale: Via Enrico Fermi, 20 - 37135 Verona
Cliccando su "Iscriviti" accetti la nostra privacy policy. Leggi

RICHIEDI INFORMAZIONI

I campi contrassegnato con * sono obbligatori
Cliccando su "Invia" accetti la nostra privacy policy. Leggi