Una rivoluzione silenziosa nel CAD/CAM: il PMMA fresato

PMMA fresato

La tecnologia CAD/CAM nel settore dentale è diventata ormai la metodica più utilizzata ed ha decisamente superato il vecchio flusso di lavoro puramente analogico. Al giorno d’oggi, però, molte realtà utilizzano ancora entrambe le metodiche, soprattutto:

  • per impiegare il personale, solitamente in esubero, che si viene a creare con l’introduzione di questa innovazione
  • per sopperire alla scarsa competenza digitale che non sempre permette di sfruttare al massimo questa tecnologia.

Sicuramente tra i materiali più in vista vi sono:

  • lo Zirconio
  • le ceramiche integrali
  • il titanio e il cromo cobalto fresato per chi ha uno spirito più digitale

Tuttavia, un materiale che ha rivoluzionato il dentale grazie alla tecnologia CAD/CAM è il PMMA fresato, ma essendo utilizzato per restauri provvisori è meno in vista rispetto ai materiali citati prima.

Il PMMA fresato, ovvero il polimetilmetacrilato, ha la medesima formula chimica della classica resina che nel flusso analogico viene creata mischiando il monomero con il polimero.


Ma che cosa ha di diverso allora il PMMA fresato?

Attraverso la tecnologia CAD/CAM, il PMMA è semplice da utilizzare e permette una realizzazione veloce dei manufatti. Grazie a questo materiale, il laboratorio registra meno perdite di denaro quando vengono realizzati “provvisori” in prelimatura.

Questo grazie allo snellimento nella procedura: si saltano infatti quei passaggi di modellazione manuale, realizzazione della mascherina e zeppaggio a caldo della resina.

Con il PMMA fresato si cambia completamente il paradigma: vengono scansionati i modelli adeguatamente predisposti e i software CAD guidano l’operatore a sgusciare le modellazioni, permettendo di aggiungere parti mancanti. Poi consentono di generare un file da fresare, con un disco già pronto con la tinta giusta.

Un altro punto di forza è che viene acquistato a prezzi incredibilmente vantaggiosi. Negli ultimi anni questo materiale ha avuto evoluzioni importanti sia sotto il punto di vista estetico sia sotto il punto di vista della resistenza. Infatti, ora si parla di PMMA MULTILAYER, ovvero di un disco che ha 4 livelli sovrapposti di tonalità cromatica (che va dal più scuro della zona cervicale, al più chiaro della zona incisale) e dona un'altissima estetica naturale; infatti, sarà sufficiente staccare i pin di fresaggio e lucidarlo per la consegna.


Ultima innovazione PMMA CARICATO

L’ultima novità è il PMMA caricato, ovvero al PMMA vengono aggiunti dei materiali che aumentano sensibilmente la sua resistenza e lo rendono ideale anche per i provvisori a lunga durata.

Vuoi sapere quali marchi trattiamo? Clicca qui.

‹ Indietro

CONTATTI

+39 045 823 8611
+39 045 823 8612
info@revello.net
PEC: revello@revellospa.it
Codice SDI: AU7YEU4
Codice NSO: P9E003QO
Sede centrale: Via Enrico Fermi, 20 - 37135 Verona
Cliccando su "Iscriviti" accetti la nostra privacy policy. Leggi
Presa visione dell' informativa riportata qui autorizzo il trattamento dei dati come descritto in informativa per le finalità di Marketing Diretto (finalità 1.B) – campo facoltativo

RICHIEDI INFORMAZIONI

I campi contrassegnato con * sono obbligatori
Cliccando su "Invia" accetti la nostra privacy policy. Leggi
Presa visione dell' informativa riportata qui autorizzo il trattamento dei dati come descritto in informativa per le finalità di Marketing Diretto (finalità 1.B) – campo facoltativo