Sterilizzazione degli strumenti: perché scegliere la termodisinfezione?

termodisinfezione

La sterilizzazione è un processo composto da diverse fasi - pulizia, confezionamento, sterilizzazione e conservazione delle buste - in cui ognuna di queste ha la medesima importanza, in quanto propedeutica a quella successiva. Pertanto, anche le fasi iniziali di decontaminazione, lavaggio e asciugatura, sono basilari e hanno un impatto diretto sull’intero processo di sterilizzazione.

 

La fase di pulizia, momento iniziale del processo di sterilizzazione, prevede una serie di azioni tra cui:

·        Il lavaggio che ha come obiettivo quello di rimuovere lo sporco, polveri e materiale organico da superfici ed oggetti. Viene eseguita con acqua con/o senza detergente. Il lavaggio in sé non ha necessariamente un’azione microbicida, sebbene possa ridurre sensibilmente la contaminazione.

·        La disinfezione che ha l'obiettivo di eliminare selettivamente i microrganismi patogeni, attraverso l’utilizzo di disinfettanti chimici, fisici (calore) o meccanici (filtri) dalla superficie di strumenti e attrezzature. A differenza della sterilizzazione, la disinfezione non elimina necessariamente tutti i microrganismi da una superficie, limitandosi ad agire sui patogeni.

 

Lavaggio e disinfezione sono due momenti strettamente interconnessi poiché disinfettare senza prima rimuovere lo sporco non solo sarebbe inutile e costoso, ma costituirebbe anche un pericolo, in quanto la sporcizia può esercitare un'azione di “protezione e proliferazione” dei microrganismi da eliminare, limitando l'azione del disinfettante.

Ci sono 2 modi per effettuare il processo di pulizia degli strumenti:

1.       Manuale

2.       Meccanico, tramite vasche a ultrasuoni o termodisinfettori

 

Pulizia manuale

Rappresenta la modalità meno consigliata , in quanto: non è sicura per il personale, richiede molto tempo, consuma molta acqua, si basa sulla soggettività dell'individuo che la esegue, non è possibile confermarne con sicurezza l'esito, né tantomeno standardizzarla. Va riservata agli strumenti che non possono essere puliti mediante ultrasuoni o termodisinfettori.

Sul tema della sicurezza sul lavoro è importante ricordare come diversi studi dimostrino che la maggior parte delle ferite accidentali causate dagli strumenti non avvenga durante l’attività con i pazienti, ma nel corso della manipolazione degli strumenti stessi.

 

Pulizia meccanica tramite lavaggio ad ultrasuoni

È la modalità di pulizia automatica più diffusa in ambito odontoiatrico, in quanto è fondamentale per pulire lo strumento in modo ottimale anche nelle parti non raggiungibili facilmente e per rimuovere tutti i residui particolarmente resistenti come i cementi o i gessi. Gli ultrasuoni hanno il vantaggio di agire sull'intera superficie dello strumento, fornendo una delle metodologie di pulizia più efficaci in assoluto.

 

Pulizia meccanica tramite termodisinfezione

Il termodisinfettore compie in un unico ciclo prelavaggio, lavaggio, risciacquo e asciugatura eliminando così gran parte delle fasi manuali e aumentando la sicurezza e la protezione di operatori e pazienti. Infatti, grazie alla termodisinfezione e all'azione combinata di temperatura e detergenti chimici, è possibile debellare dagli strumenti la componente virale (compresi HVB e HIV) e batterica .

Una volta completato il programma automatico in tutte le sue fasi, le superfici degli strumenti, sia esterne che interne, saranno pulite, disinfettate e asciutte, con gli strumenti pronti per il confezionamento.

Si ricorda che si possono termodisinfettare tutti gli strumenti inclusi quelli, come ad esempio contrangoli e manipoli, che non possono essere inseriti all'interno della vasca ad ultrasuoni.

 

Perché scegliere il termodisinfettore nello studio odontoiatrico?

La ridotta manipolazione degli strumenti lo rende il metodo di pulizia più sicuro ed efficiente, poiché permette di evitare incidenti e contaminazioni da aerosol, risparmiando allo stesso tempo molte ore di lavoro al personale. Si tratta di un metodo standardizzato, ripetibile e tracciabile.

Possiamo riassumere i principali motivi per preferire l'uso del termodisinfettore come segue:

 

1.       Risparmio di tempo e denaro

Quanto tempo lavorativo dedicano le assistenti alla pulizia degli strumenti di lavoro? Tempo che potrebbero dedicare a molte altre attività a maggior valore aggiunto, come il customer care, l'accoglienza e la comunicazione. Inoltre, il termodisinfettore permette di abbattere i costi anche a livello di detergenti e quantità di acqua utilizzata. L'acquisto di un termodisinfettore va valutato sempre come investimento che porta in un breve periodo ad ampi risparmi di tempo e denaro. 

 

2.       Validazione, tracciabilità e rintracciabilità

Il termodisinfettore offre l'opportunità di avere un report completo dei dati: dall'operatore che si è occupato di programmare la macchina fino al report completo di temperature e fasi del ciclo di lavaggio. Questi dati assicurano la tracciabilità e la rintracciabilità della fase del lavaggio nel processo di sterilizzazione.

 

3.       Una sicurezza per gli assistenti e per i pazienti

Il margine di errore nella pulizia manuale è elevato e un banale errore umano (nella pulizia o nella asciugatura) può invalidare tutte le altre fasi del processo di sterilizzazione. Tutto ciò può creare dei problemi nel processo di sterilizzazione, e può trasformarsi in un rischio per i pazienti quando la strumentazione viene utilizzata.

 

 

Euronda Pro System: un sistema completo per la pulizia

Lavaggio a ultrasuoni e termodisinfezione costituiscono dunque un irrinunciabile supporto alla pulizia e alle pratiche di igienizzazione degli strumenti di un moderno ambulatorio dentistico.

Con la linea di prodotti Pro System, Euronda si preoccupa di offrire delle apparecchiature in grado di garantire massimi risultati nella pulizia come in tutte le fasi della sterilizzazione.

 

 

Gli ultrasuoni Euronda: Eurosonic

Le vasche ad ultrasuoni professionali sono strumenti indispensabili per rimuovere dagli strumenti odontoiatrici anche i residui più resistenti.

Tutte le vasche a ultrasuoni Euronda Pro System garantiscono massima efficienza ed estrema praticità nell’uso quotidiano, reso ancora più semplice e immediato dai rinnovati sistemi di gestione e controllo.

 

 euronda-revello

 

Il termodisinfettore Euronda: Eurosafe 60

Una soluzione per migliorare il processo di sterilizzazione è Eurosafe 60, il termodisinfettore di Euronda che compie in un unico ciclo prelavaggio, lavaggio, risciacquo, termodisinfezione e asciugatura, eliminando la necessità della pulizia manuale, garantendo migliori risultati, in minor tempo e con minori rischi per l’operatore.

Eurosafe 60 inoltre permette la tracciabilità e la rintracciabilità di tutti i dati, grazie alla porta USB e alla stampante integrabile.

eurosafe

‹ Indietro

CONTATTI

+39 045 823 8611
+39 045 823 8612
info@revello.net
PEC: revello@revellospa.it
Codice SDI: SN4CSRI
Codice NSO: P9E003QO
Sede centrale: Via Enrico Fermi, 20 - 37135 Verona
Cliccando su "Iscriviti" accetti la nostra privacy policy. Leggi
Presa visione dell' informativa riportata qui autorizzo il trattamento dei dati come descritto in informativa per le finalità di Marketing Diretto (finalità 1.B) – campo facoltativo

RICHIEDI INFORMAZIONI

I campi contrassegnato con * sono obbligatori
Cliccando su "Invia" accetti la nostra privacy policy. Leggi
Presa visione dell' informativa riportata qui autorizzo il trattamento dei dati come descritto in informativa per le finalità di Marketing Diretto (finalità 1.B) – campo facoltativo