Restauri diretti posteriori: approccio clinico e materiali

Restauri diretti posteriori

La realizzazione di restauri nei settori latero-posteriori è nel tempo risultata più semplice da attuare per l’odontoiatra.

Questo è dovuto principalmente a 2 fattori:

  • Il primo è relativo all'impiego di materiali compositi moderni che si prestano ad una ottimale modellazione, anche con tecniche sottrattive e non solo incrementali.
  • Il secondo fattore è invece relativo a nuovi sistemi di matrici sezionali, anelli separatori e cunei dal design innovativo che comprimono, senza deformarle, le matrici sezionali nell' area cervicale.

Quest’ultima, infatti, insieme all'area di contatto, è la zona più critica per la sopravvivenza a lungo termine del restauro dentale.

 

I dettagli del caso clinico
Restauri diretti posteriori con le nuove matrici e i nuovi anelli Garrison - Dr Giuseppe Marchetti


Il caso clinico, che è possibile scaricare a questo link è un ritrattamento di precedente restaurativa incongrua per presenza di carie secondaria e presenza di carie primaria su dente adiacente.

L'approccio è classico e prevede il montaggio della diga di gomma prima della rimozione dei restauri esistenti e la bonifica delle lesioni cariose.

Dopo la preparazione cavitaria e la disinfezione-detersione dei substrati smalto-dentinali, si procede con il montaggio dei sistemi di matrici sezionali, con le manovre adesive e con la trasformazione della cavità di II classe in cavità di I classe, secondo la tecnica ideata dal Prof. Bichacho nel 1994.

La stratificazione avviene poi per incrementi obliqui e verticali fino all'ottenimento di una morfologia ideale, per poi procedere alle fasi di rifinitura e di lucidatura dei restauri, che avvengono sempre sotto diga.

Le fasi di restauro si concludono con la verifica dell'occlusione e se necessario con modeste correzioni.

 

Conclusioni
L'utilizzo di sistemi moderni di ausilio alla restaurativa diretta semplifica e rende alla portata di tutti il flusso di lavoro quotidiano, nel pieno rispetto dei protocolli in un'ottica di durata a lungo termine della lavorazione clinica.

 

 


BIBLIOGRAFIA

Pract Periodontics Aesthet Dent 1994 Apr;6(3):17-23; quiz 24.

The centripetal build-up for composite resin posterior restorations N Bichacho 1

RESTAURI DIRETTI NEI SETTORI POSTERIORI Salvatore Scolavino, Gaetano Paolone

“Semplificazione in tema di utilizzo dei materiali compositi”.

Autori: Lucchi, Marchetti, Saracinelli, Devoto, Putignano


‹ Indietro

CONTATTI

+39 045 823 8611
+39 045 823 8612
info@revello.net
PEC: revello@revellospa.it
Codice SDI: AU7YEU4
Codice NSO: P9E003QO
Sede centrale: Via Enrico Fermi, 20 - 37135 Verona
Cliccando su "Iscriviti" accetti la nostra privacy policy. Leggi
Presa visione dell' informativa riportata qui autorizzo il trattamento dei dati come descritto in informativa per le finalità di Marketing Diretto (finalità 1.B) – campo facoltativo

RICHIEDI INFORMAZIONI

I campi contrassegnato con * sono obbligatori
Cliccando su "Invia" accetti la nostra privacy policy. Leggi
Presa visione dell' informativa riportata qui autorizzo il trattamento dei dati come descritto in informativa per le finalità di Marketing Diretto (finalità 1.B) – campo facoltativo