Piezochirurgia: la rivoluzione degli ultrasuoni nel tuo studio

Piezochirurgia: la rivoluzione degli ultrasuoni nel tuo studio

Cos’è la chirurgia piezoelettrica?

La chirurgia piezoelettrica, o piezochirurgia, sfrutta l’emissione di onde ultrasoniche che consentono di tagliare i tessuti mineralizzati con grande efficacia, rispettando quelli molli.

Le microvibrazioni generate dagli ultrasuoni, grazie al fenomeno di cavitazione, consentono inoltre di limitare il sanguinamento in seguito alle incisioni, assicurando così un significativo miglioramento di visibilità durante la fase operatoria. L’impiego del manipolo garantisce maggiore sicurezza durante l’intervento, controllo e precisione, e assicura al paziente un minore stress e una più rapida guarigione.

 

Chirurgia piezoelettrica: tutti i vantaggi del manipolo ad ultrasuoni

Il manipolo ad ultrasuoni è uno strumento chirurgico di elevate prestazioni e le cui caratteristiche avvantaggiano il clinico durante la seduta operatoria. Il Mectron Piezosurgery consente di servirsi di due distinti tipi di onda, ognuna con una funzionalità ben precisa.

L’onda continua fornisce stabilità e maneggevolezza allo strumento, l’emissione di quella pulsata è ideale per eseguire incisioni. 

Il manipolo ad ultrasuoni è assolutamente indicato per:

-       Interventi di osteotomia (tagli dell’osso) e osteoplastica (rimodellamento), operando un taglio selettivo che non danneggia in alcun modo i tessuti molli anche in caso di contatto accidentale con lo strumento.

-       Durante operazioni che richiedono elevato controllo intraoperatorio: producendo vibrazioni ultrasoniche modulate ad una frequenza di 29 kHz ed un’ampiezza compresa tra 60Hz e 200Hz, garantisce massima maneggevolezza ed efficienza; senza bisogno di esercitare forte pressione come nei tradizionali strumenti di chirurgia.

-       Chirurgia mini invasiva: tramite il taglio micrometrico che guarisce più in fretta e che si cicatrizza rapidamente, risultano decisamente ridotti anche i fastidi post-operatori derivanti da incisioni più ampie e meno precise tipiche della chirurgia tradizionale.

 

 

Quali sono i campi di applicazione della piezochirurgia? 

La chirurgia piezoelettrica offre sicurezza, controllo ed elevata precisione durante l’intervento. Riducendo di fatto le dimensioni delle incisioni e massimizzandone l’efficacia, risulta la scelta migliore per diversi ambiti che richiedono l’impiego della chirurgia:

-       In endodonzia: per la preparazione del canale radicolare

-       Nell’implantologia: per eseguire espansioni di cresta

-       In parodontologia: per eliminare le tasche gengivali

-       In chirurgia orale estrattiva: per effettuare le estrazioni dentali

-       Nella chirurgia dei denti inclusi: operando in regime di minima invasività

 

Secondo Angelo Cardarelli, odontoiatra specialista in chirurgia odontostomatologica e docente presso l’Università Vita Salute San Raffaele di Milano, “[…]la chirurgia piezoelettrica rappresenta un approccio innovativo nel panorama della chirurgia orale e implantare il cui fine ultimo è quello di ridurre l'invasività degli interventi, migliorandone predicibilità e precisione”.

‹ Indietro

CONTATTI

+39 045 823 8611
+39 045 823 8612
info@revello.net
PEC: revello@revellospa.it
Codice SDI: SN4CSRI
Codice NSO: P9E003QO
Sede centrale: Via Enrico Fermi, 20 - 37135 Verona
Cliccando su "Iscriviti" accetti la nostra privacy policy. Leggi

RICHIEDI INFORMAZIONI

I campi contrassegnato con * sono obbligatori
Cliccando su "Invia" accetti la nostra privacy policy. Leggi