L’efficacia dei protocolli di sicurezza anti-COVID19 per gli studi dentistici

protocolli sicurezza anti-covid19

Andare dal dentista o dall’igienista dentale durante la pandemia da Coronavirus è sicuro? 
Nel “Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione” elaborato dall’INAIL, il rischio di contagio durante le procedure odontoiatriche è considerato alto
Questo a causa della generazione di aerosol e droplet, della vicinanza al cavo orale del paziente e della poca distanza tra operatori sanitari (Meng et al, 2020). 
Da qui la necessità di formulare dei protocolli che riducano al minimo il rischio di contagio.

Nei nostri precedenti articoli abbiamo già affrontato molte tematiche riguardanti le procedure anti-covid19 da mettere in pratica negli studi, ma qui vorremmo focalizzarci sui protocolli redatti per salvaguardare i pazienti e i medici. Tali indicazioni hanno permesso che solo l’1% e lo 0,25% dei contagi sia stato registrato rispettivamente nello studio dentistico e nella categoria degli igienisti dentali (Roberto Burioni, 2020).

Permettere l’esercizio della professione odontoiatrica è fondamentale per la tutela della salute dei cittadini perché studi scientifici dimostrano che una buona salute orale rafforza le difese immunitarie (Sampson et al, 2020). Aspetto da non sottovalutare durante questo momento di lotta contro il Covid-19.



La sicurezza nello studio dentistico durante il Covid-19


Affinché l’area dello studio dentistico sia “covid19-free” è necessario garantire la sicurezza di operatori e pazienti. 

Infatti, per quanto concerne l’operatore sanitario è previsto un percorso di controlli molto rigoroso:
- Misurazione della temperatura
- Autodichiarazioni sullo stato di salute,
- Test antigenico rapido e nel caso di positività a tale test, si procede con il tampone molecolare ed isolamento. 

Lato paziente, le misure anti-contagio adottate sono:
- Rilevazione della temperatura
- Questionario relativo alla propria salute,
- Test antigenico rapido in caso di sintomi e test molecolare, qualora si rilevasse la positività.


Le direttive e i protocolli applicati negli studi


I protocolli e le direttive adottate per rendere gli studi luoghi sicuri da qualsiasi tipo di virus sono in atto da sempre. A queste pratiche sono state aggiunte, come indicato dal Ministero della Salute, procedure relative alla gestione degli appuntamenti, in modo da evitare affollamenti in sala d’attesa, e l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione individuale (guanti, mascherine, tute, visiere, cuffie).

Vediamo di seguito 4 processi tipici degli studi dentistici la cui gestione operativa è cambiata a seguito della pandemia da Covid-19. 

Gestione delle zone dello studio e dei pazienti

Tra i nuovi protocolli volti alla protezione e alla prevenzione individuiamo la necessità di disinfettare e pulire frequentemente le zone o gli oggetti comuni (come sedie, tavoli o maniglie) e di introdurre la procedura del triage. Quest’ultima consiste prima in uno screening telefonico e poi in loco, per verificare la salute del paziente e reperire eventuali informazioni circa lo storico dei contatti e degli spostamenti. Inoltre, è consigliabile preparare la documentazione del paziente prima dell’inizio della visita.


Protezione delle superfici, delle attrezzature di lavoro e degli ambienti operativi

Per ridurre al minimo le probabilità di contaminazione dell’ambiente è necessario lasciare meno oggetti possibili sulle superfici e tenere coperti gli strumenti fino al loro utilizzo. Il Ministero della salute identifica tre passaggi che possono garantire un adeguato livello igienico in tema di disinfezione ambientale: pulizia, sanificazione con detergenti e sanitizzazione con disinfettanti. 


Ventilazione dei locali

Per gli ambienti lavorativi si consiglia di attuare la ventilazione naturale delle aree operative per almeno 10-15 minuti, soprattutto tra i vari appuntamenti. In caso di utilizzo di condizionatori o di sistemi centralizzati di ventilazione è raccomandata la pulizia e la manutenzione dei filtri.


Gestione dei rifiuti

Per i prodotti potenzialmente infetti, i rifiuti saranno identificati come pericolosi e a rischio infettivo e smaltiti di conseguenza. Per quanto concerne i rifiuti indifferenziati è importante raccoglierli in un doppio sacchetto e aggiungere del disinfettante. 

Questi sono solo quattro esempi relativi ai processi e alle nuove indicazioni adottate dagli operatori del settore. Per approfondire tutte le procedure operative relative alla riorganizzazione del lavoro di uno studio volte a ridurre al minimo il rischio di infezione da Covid-19, vi consigliamo di leggere il nostro approfondimento qui. 


‹ Indietro

CONTATTI

+39 045 823 8611
+39 045 823 8612
info@revello.net
PEC: revello@revellospa.it
Codice SDI: SN4CSRI
Codice NSO: P9E003QO
Sede centrale: Via Enrico Fermi, 20 - 37135 Verona
Cliccando su "Iscriviti" accetti la nostra privacy policy. Leggi
Presa visione dell' informativa riportata qui autorizzo il trattamento dei dati come descritto in informativa per le finalità di Marketing Diretto (finalità 1.B) – campo facoltativo

RICHIEDI INFORMAZIONI

I campi contrassegnato con * sono obbligatori
Cliccando su "Invia" accetti la nostra privacy policy. Leggi
Presa visione dell' informativa riportata qui autorizzo il trattamento dei dati come descritto in informativa per le finalità di Marketing Diretto (finalità 1.B) – campo facoltativo