Fotopolimerizzazione ad alta intensità: tutte le risposte alle tue domande

Fotopolimerizzazione

Con la grande vastità di lampade dentali per la fotopolimerizzazione sul mercato, scegliere la modalità di polimerizzazione corretta, a seconda della lampada che si utilizza, può spesso essere un processo complicato.

I professionisti dentali spesso contattano Ultradent per avere risposta ad una serie di quesiti sulle prestazioni e le funzioni della lampada fotopolimerizzatrice, come:

·       È possibile surriscaldare il dente e danneggiare la polpa con una fotopolimerizzazione ad alta intensità?

·       Un programma è più efficace dell'altro?

·       La fotopolimerizzazione ad alta intensità aumenta la contrazione del composito?

 

La linea di lampade fotopolimerizzatrici VALO è stata sviluppata tenendo presenti questi quesiti.

 

La fotopolimerizzazione ad intensità è sicura?

Parliamo di sicurezza. Se si utilizzano, seguendo attentamente le istruzioni, i programmi di fotopolimerizzazione High Power Plus (1600 mW/cm2) e/o Xtra Power (3200 mW/cm2) delle lampade per la fotopolimerizzazione VALO Grand e VALO, non provocheranno alcun danneggiamento sull’area trattata, anche dopo ripetuti cicli di polimerizzazione.

 


La VALO Grand è disponibile in quattro colori.

 

“Anche se si eseguissero tre o quattro cicli sul dente di un paziente (oltre i due cicli consigliati) utilizzando la modalità Xtra Power con la lampada per la fotopolimerizzazione VALO o VALO Grand, il ritardo di due secondi tra i cicli di polimerizzazione che abbiamo appositamente integrato nella lampada, consentirebbe di dissipare il calore e raffreddare il dente”, afferma Neil Jessop, Vicepresidente R&D di Ultradent.

“Il surriscaldamento del dente o della polpa in modalità High Power Plus o Xtra Power con la lampada VALO Grand non è mai stato un problema. L'unica eccezione potrebbe verificarsi se il dentista agisse con noncuranza e permettesse alla luce di colpire il tessuto gengivale o la polpa esposta, cosa che non dovrebbe mai accadere".





Neil Jessop, Vicepresidente Ricerca & Sviluppo di Ultradent

 

 

Jessop continua, "Il pericolo maggiore potrebbe verificarsi con sessioni consecutive di dieci secondi a potenza standard (1000 mW/cm2) perché quei dieci secondi danno al dente una quantità di tempo più lunga per assorbire il calore, ma anche in questo caso, sarebbe molto molto difficile danneggiare il dente o la polpa con una lampada VALO.”

“I denti sono bianchi e riflettenti, il che li rende in primo luogo un cattivo conduttore di calore. Generalmente, consigliamo ai dentisti di usare il buon senso e di curare in modo responsabile, usando gli occhiali e seguendo attentamente le indicazioni del produttore del prodotto e della luce".

 

Standard Power, High Power Plus o Xtra Power? Cosa scegliere?

Se la fotopolimerizzazione ad alta potenza è sicura ed efficace, perché un dentista dovrebbe utilizzare il programma standard della lampada per la fotopolimerizzazione VALO, se può polimerizzare più velocemente (e in modo altrettanto sicuro) con un'intensità maggiore e un tempo di polimerizzazione più breve, in modalità High Power Plus o Xtra Power?

 

 

Il Dr. Rafael Beolchi, un dentista attivo nel proprio studio, docente e ricercatore, spiega come utilizza nella sua pratica quotidiana i vari programmi a seconda delle differenti procedure.

“Il programma standard della lampada per la fotopolimerizzazione VALO è il mio cavallo di battaglia quotidiano. Lo uso l'85% delle volte. Nel mio studio, non sono sotto pressione con trattamenti da svolgere in poco tempo. Preferisco prendermi il mio tempo e fare i trattamenti con calma e precisione. Inoltre, dieci secondi sono un lasso di tempo molto accettabile rispetto ai 40 secondi che impiegavamo nella polimerizzazione con le lampade alogene!”


 


Rafael Beolchi, DDS, MSx

 

“Il programma Xtra Power di tre secondi (3200 mw/cm2) con la lampada per la fotopolimerizzazione VALO è un'opzione fantastica per applicazioni specifiche o quando il tempo è critico, come quando si lavora con pazienti anziani, in ortodonzia, con pazienti con problemi di ATM o semplicemente con pazienti che hanno paura del dentista. Mia moglie è una pedodontista e utilizza con entusiasmo questa modalità per i sigillanti anche su bambini non collaborativi o nervosi”.

 

 

La fotopolimerizzazione ad alta intensità riduce lo stress?


La lampada per la fotopolimerizzazione VALO Grand si distingue per la lente da 12 mm,
che le consente di polimerizzare un'area più ampia in modo rapido ed efficace.

In termini di materiali, i dentisti spesso chiedono anche se la polimerizzazione a LED ad alta intensità aumenti la contrazione del composito, rispetto all'utilizzo di una modalità di polimerizzazione più lenta e irradianza inferiore. Il Dr. Beolchi afferma: “Indipendentemente da come viene polimerizzato un composito, si ridurrà solo la quantità per cui è stato progettato dal produttore. La quantità di stress applicata differirà dalle modalità utilizzate, ma questo può essere superato con diversi metodi di posizionamento.

Suggerisco quindi di contrastare qualsiasi stress aggiuntivo sul composito durante la polimerizzazione ad alta potenza seguendo questi 3 suggerimenti:

1.     Posizionare il composito ad uno spessore massimo di 2 mm con incrementi graduali. Questo eliminerà quanto più stress possibile.

2.     Incuneare gli incrementi per ridurre la quantità di superfici dei denti da polimerizzare contemporaneamente.

3.     Lasciare riposare il composito per 2 secondi tra i cicli di fotopolimerizzazione.

 

 

I protocolli migliori per la fotopolimerizzazione ad alta intensità


Gli altri suggerimenti del Dr. Beolchi per una fotopolimerizzazione ad alta potenza di successo includono:

·       Proteggere i tessuti molli con cotone o con una barriera in resina come OpalDam.

·       Utilizzare un flusso d'aria diretto da una siringa subito prima, durante e subito dopo l'esposizione alla luce.

·       Evitare la polpa esposta.

·       Posizionare la lampada direttamente sul dente, assicurandosi che sia orientata correttamente prima di iniziare il trattamento.

 

 


‹ Indietro

CONTATTI

+39 045 823 8611
+39 045 823 8612
info@revello.net
PEC: revello@revellospa.it
Codice SDI: AU7YEU4
Codice NSO: P9E003QO
Sede centrale: Via Enrico Fermi, 20 - 37135 Verona
Cliccando su "Iscriviti" accetti la nostra privacy policy. Leggi
Presa visione dell' informativa riportata qui autorizzo il trattamento dei dati come descritto in informativa per le finalità di Marketing Diretto (finalità 1.B) – campo facoltativo

RICHIEDI INFORMAZIONI

I campi contrassegnato con * sono obbligatori
Cliccando su "Invia" accetti la nostra privacy policy. Leggi
Presa visione dell' informativa riportata qui autorizzo il trattamento dei dati come descritto in informativa per le finalità di Marketing Diretto (finalità 1.B) – campo facoltativo