Come eseguire la corretta manutenzione degli strumenti rotanti?

Manutenzione strumenti rotanti

Come è ben noto la pulizia e la lubrificazione sono alla base di una corretta manutenzione degli strumenti rotanti nel proprio Studio Odontoiatrico. Ma come effettuarla in maniera efficace?

Iniziamo dalla pulizia

Questa fase inizia con una verifica degli strumenti rotanti stessi e sin da subito è importante sciacquare lo strumento con acqua fredda o tiepida, utilizzando una spatola con setole morbide. Bisogna ricordare di non usare prodotti chimici o abrasivi perché potrebbero danneggiare o deteriorare la superficie degli strumenti, rimuovendone anche la lubrificazione interna. 
Inoltre, non si deve immergere lo strumentario in liquidi disinfettanti che potrebbero corrodere le parti meccaniche. Stessa raccomandazione vale anche per le salviette disinfettanti o alcool. 

Dato che le parti interne agli strumenti diventano sempre più complesse, caratterizzate da pezzi molto piccoli e da diversi materiali, è sempre più difficile anche il processo di pulizia. 
La corretta pulizia è alla base dell’efficacia del ciclo di sterilizzazione: infatti se non viene eseguita in modo corretto i residui, i detriti, i lipidi, le proteine del sangue possono ostacolare la penetrazione del vapore rendendo così la sterilizzazione di fatto inutile.

La lubrificazione

Questo processo ha lo scopo di mantenere funzionanti i condotti interni e di proteggere le guarnizioni durante il lavaggio in autoclave. Può avvenire in modo manuale o attraverso un supporto automatico o semiautomatico. È molto importante utilizzare il corretto lubrificante e soprattutto fare attenzione alla quantità di prodotto usata. 
Effettuare correttamente queste procedure prima di ogni ciclo di sterilizzazione o dopo un lungo periodo di non utilizzo è molto consigliato, sia per garantire il perfetto funzionamento degli strumenti sia per “allungarne” la vita.

Come abbiamo visto, uno dei fattori a cui prestare attenzione durante l’uso del lubrificante è la dose. Infatti, un eccesso di lubrificante può provocare un aumento dei costi di manutenzione dei manipoli e può ridurre notevolmente il ciclo di vita degli strumenti. 

Infine, ma non per importanza, se questo processo non viene eseguito correttamente, lo strumentario rischia di non ricevere la giusta sterilizzazione, provocando possibili conseguenze sui collaboratori dello studio e sui pazienti.

Il processo di manutenzione automatico

Adottare un processo di manutenzione automatico permette di:  
  • Garantire una qualità standardizzata di pulizia
  • Risparmiare tempo e quindi costi, dal momento che il collaboratore che si occupa del processo è libero di poter svolgere altre attività. Riduzione dei costi anche nel risparmio di lubrificante (spesso utilizzato in eccesso nella manutenzione manuale)
  • Garantire l’esecuzione corretta delle attività di pulizia e di lubrificazione.
La fase di pulizia sopradescritta è volta a prevenire l'accesso di microrganismi, patogeni e solitamente per svolgerla viene utilizzato un detergente diluito compresso da porre sulle parti interne dello strumento. 

Per quanto concerne la lubrificazione, invece, un sistema ad aria compressa spinge una goccia d'olio sulle parti meccaniche lasciando la corretta dose di strato di lubrificante. L'olio in eccesso viene rimosso in un secondo momento da un flusso d'aria compressa, lasciando sulle componenti meccaniche un sottile strato di lubrificante.

Cosa usare per eseguire una corretta manutenzione dello strumentario?

Per una corretta manutenzione dello strumentario rotante esistono ormai diverse soluzioni automatiche. 
Bien-Air recentemente ha presentato il LUBRICARE 2, uno strumento in grado di eseguire la manutenzione automatica (pulizia e lubrificazione) di manipoli dentali (essenziali per la pratica quotidiana), in combinata con un prodotto specifico, Spraynet che deterge e disinfetta internamente ed esternamente lo strumento. 

Questi strumenti automatici sono particolarmente utili perché studiati appositamente per garantire il processo di lubrificazione e disinfezione di uno strumento delicato come lo strumentario rotante. 
In particolare, Lubricare 2 utilizza un sistema a doppia elettrovalvola e un condotto dedicato esclusivamente all'aria pulita, in modo da fornire aria pulita senza alcuna miscela di olio. 

L’utilizzo di Lubricare 2 riduce il consumo di olio lubrificante di 4 volte rispetto ad una procedura manuale, consentendo una manutenzione più rapida e allo stesso tempo meno costosa. Inoltre, un utile meccanismo di aspirazione delle particelle di olio evita la diffusione dell'aerosol durante l'uso. 
Grazie a diverse modalità operative pre-programmate adatte ad ogni specifico manipolo, Lubricare 2 può eseguire automaticamente la manutenzione fino ad un massimo di quattro strumenti contemporaneamente.

lubricare 2


‹ Indietro

CONTATTI

+39 045 823 8611
+39 045 823 8612
info@revello.net
PEC: revello@revellospa.it
Codice SDI: SN4CSRI
Codice NSO: P9E003QO
Sede centrale: Via Enrico Fermi, 20 - 37135 Verona
Cliccando su "Iscriviti" accetti la nostra privacy policy. Leggi
Presa visione dell' informativa riportata qui autorizzo il trattamento dei dati come descritto in informativa per le finalità di Marketing Diretto (finalità 1.B) – campo facoltativo

RICHIEDI INFORMAZIONI

I campi contrassegnato con * sono obbligatori
Cliccando su "Invia" accetti la nostra privacy policy. Leggi
Presa visione dell' informativa riportata qui autorizzo il trattamento dei dati come descritto in informativa per le finalità di Marketing Diretto (finalità 1.B) – campo facoltativo